Pagine

domenica 4 aprile 2010

9° settimana 29 marzo - 4 aprile

Vediamo un pò dove eravamo rimasti: domenica 28/3 dopo la gara ho proseguito per 13,5 km in bosco, in programma ne avevo 18 ma mi sono fermata perchè sentivo un principio di crampi ai polpacci; considerando che la settimana seguente devo essere operativa, ho preferito un chilometraggio inferiore al previsto. Insomma, i TRENTA non li ho ancora portati a casa :-(
Lunedì le gambe assomigliamo a due tronchi ben piantati a terra, mi muovo al rallentatore: nessun dolore acuto, ma una generale sensazione di completo indolenzimento. Scelgo pertanto di non provare nemmeno a correre, ma quasi al pari di una droga, sento la necessità di non stare ferma e opto per il corso in palestra. Nella parte di riscaldamento aerobico devo rinunciare ai saltelli, non ci riesco proprio, ma poi bene la tonificazione di braccia e addome.

Mercoledì il sole splende, la giornata è fantastica, dopo l'ufficio c'è ancora più gusto a sgranchire le gambe sulla napoleonica: è molto trafficata, è pieno di gente che corre o che porta il cane a spasso. Mi sento bene, molto bene, e correre mi fa stare ancora meglio. Mi guardo attorno, è meraviglioso vedere la natura attorno a me che, quasi timidamente, nasce di nuovo in un altro ciclo vitale: le prime gemme sui rami, i fiori che bucano il terreno... qui è bellissimo correre, sento il profumo della terra e gli occhi si riempiono dell'azzurro del cielo e del mare.
Dopo mezz'ora circa vedo in lontanaza un muro nero di pioggia venire da ovest... in un paio di minuti il sole sparisce, si alza il vento; il tempo è cambiato e se non mi sbrigo finisco sotto il diluvio!
Invece no, riesco ad arrivare all'auto, faccio stretching guardando il muro minaccioso avvicinarsi, entro in auto e mi dirigo verso casa. Eccole: ora delle grosse gocce rimbalzano sul parabrezza dell'auto, ma sono così soddisfatta per aver portato a casa questa bella corsetta ;-)

Giovedì dopo diversi tentennamenti con Stefano sul da farsi (uscire o no... piove, fa freddo e la voglia non assale nessuno dei due) si va! 6 km a barcola non si negano mai, facili facili, tutti dritti e in quella mezz'ora cessa anche la pioggia...

Sabato di sicuro non vale come allenamento, ma abbiamo scarpinato per Venezia su e giù per i ponti tutto il giorno, perdendoci tra calli e fondamenta: gita piacevole con i bimbi e gli amici di sempre :-)

Domenica:
finalmente un "muro" che mi sembrava così lontano... sono così EMOZIONATA!!!
Il mio 1° lungo con un numerino che inizia con il 3!!!
Scelgo un percorso sterrato e ondulato nella natura, i sentieri che mi aveva mostrato Andrea nell'esplorativo di qualche mese fa, con un piccolo allungo verso la pista ciclabile di Trebiciano. Dopo 2 giri uguali saluto Stefano, che aveva iniziato prima di me e che mi ha piacevolmente tenuto compagnia fino al 18°km: il tempo è volato, tra il pezzetto nuovo e le chiacchiere quasi non mi accorgo di essere a 2/3 dell'opera. All'auto bevo, e mi dirigo verso la napoleonica: un paio di km di asfalto e poi di nuovo sterrato e saliscendi, questa volta panoramici, anche se inizio ad essere abbastanza stanca per ammirare il panorama. Quando arrivo a 27 sento all'improvviso tutta la fatica, e 3 km mi sembrano interminabili... Ho fatto male i conti, arrivo all'auto e me ne manca ancora uno, riprendo il sentiero che dalle case porta verso il bosco e mi accorgo di esser proprio cotta: una volta inciampo in un ramo, poco dopo metto male in piede e appoggio sul lato esterno. E' evidente che sono così stanca che i piedi vanno per i fatti loro, ma il "bip" del trentesimo chilometro ha un suono celestiale ;-)

8 commenti:

  1. Ottimo direi!!!!
    Ma allora il 2 maggio si maratoneggia???

    PS: cominciamo a pensare ad un mini/micro blogpoint da fare anche con Andrea, Margantonio e chi altro ci sara'?
    Cosa sarebbe meglio: il sabato al villaggio maratona o la domenica dopo la gara (pero' i diversi tempi di arrivo potrebbero essere un problema)?

    RispondiElimina
  2. Auguri per il tuo primo "30"!

    RispondiElimina
  3. brava, il modo più adeguato per festeggiare una 'rinascita'.....

    RispondiElimina
  4. Arriverai a 100 volte 30km più giovane di quando ci sono arrivato io :D

    RispondiElimina
  5. Complimenti! A questo punto... sarà per il 2 maggio la prima maratona? Io, se vado avanti di questo passo (anzi, se non vado avanti, dal momento che attualmente non posso correre) il 2 maggio verrò in costiera in bici!

    RispondiElimina
  6. Ciao e complimenti! Ultimamente seguivo anch'io una tabella per la prova regina ma ero convinto appena al 20% di potercela fare. Grazie al tuo blog ora so che posso arrivare fino in fondo. Devo solo convincere le mie gambe, il cuore, i polmoni, la milza, etc. Se entro domenica riesco a farne 37 in prova allora...

    RispondiElimina
  7. @Marco: sai che l'idea prende forma...
    per il blogpoint si potrebbe pensare a sabato (domenica partiamo a orari diversi, in posti diversi e arriveremo a ore di distanza...), magari sarebbe da vedere com'è messo chi viene da fuori TS... sulla bacheca dell'evento su FB ci si può mettere d'accordo, no?

    @Filippo: GRAZIE!

    @theYogi: rinasco anch'io e sono decisamente un'altra quando non corro sull'alfalto ma sui sentieri :-))))

    @Gian Carlo: spero proprio di SI', grazie per l'Augurio!!

    @Rupikaber: questo è stato un segnale positivo e davvero ne avevo bisogno! ... e non vederla + nera di com'è, entro il 2 maggio sarai in perfetta forma!

    @Anonimo: sono felice se posso incoraggiare tramite i miei racconti e trasmettere un pò di positività... In bocca al lupo per i tuoi prossimi 37 allora ;-)

    RispondiElimina
  8. piccole maratonete crescono. saremo in tanti in Piazza Unità ma questo non impedirà un incontro e sicuramente il sole che si sta tanto facendo attendere non ci tradirà.

    RispondiElimina