Pagine

martedì 26 gennaio 2010

3° settimana 18-24 gennaio: DA RIFARE!

Dopo la domenica (il mio allenamento ha sempre il lungo o una gara) il lunedì c'è RIPOSO! Ma devo fare i conti con le sere che spettano al marito e con la cena fissa dai miei,  e quindi per rientrare in questi benedetti 4 allenamenti settimanali per me il lunedì non si può riposare...
Ma i conti non tornano, lunedì 18 sono uscita da casa con l'allenamento impostato sul Garmin: 12 km Corsa Lenta + 5 allunghi; finchè non arrivo sulla strada dritta e senza incroci di solito lascio "riscaldamento", ma quella sera il momento di pigiare lap per passare alla CL non arrivava mai :-(
Così sono tornata a casa dopo 6 km, un pò abbattuta per il non allenametno ma convinta che non ce l'avrei proprio fatta: le gambe non ne volevano sapere!
Un pò la gara del giorno prima, ma avrà sicuramente influito il fatto che già sapevo che la settimana sarebbe stata monca comunque: niente lungo domenicale, nel week-end portiamo Anna e Paolo sulla neve!
Quindi tirando le somme la settimana è scivolata via con solo 22 km in saccoccia, e l'allenamento da ripetere per intero...

Bellissimo invece il week-end sulla neve, i bimbi aspettavano con ansia la partenza, era tutta la settimana che mi chiedevano "partiamo oggi???" Sicuramente poco allenante, ma troppo divertenti le discese in bob con Paolo ;-)))))

8 commenti:

  1. Un impegnativo puzzle le cui tessere sono i vari gli impegni della quotidianità...ma quando i bordi non combaciano meglio buttare tutto all'aria e riprendere da capo con calma :-)
    Buone corse!

    RispondiElimina
  2. anche per me l'ideale di Lun è il riposo, ma se proprio devo correre dopo una gara al max defatico con una breve CL....

    RispondiElimina
  3. Io non mi preoccuperei piu' di tanto... da qualche parte avevo letto che una tabella normale di preparazione ad una maratona, di solito, ammette anche una certa tolleranza sul rispetto totale della tabella stessa.
    Mi spiego: quello che avevo capito e' che se riesci a seguire tipo l'85% della tabella gia' sei praticamente pronta per il tuo scopo... e poi se salti qualche uscita (magari meglio non i lunghi) non succede nulla.
    Io quando avevo fatto la maratona nel 2008 avevo una tabella da 6 mesi e sicuramente non l'avevo seguita per piu' dell'80% (addirittura il marzo avevo ridotto i km alla meta' dei previsti!, con la maratona al 3 maggio) e il risultato finale era pi' o meno quello previsto...

    per cui... coraggi!

    RispondiElimina
  4. coraggio! ...intendevo... ;-)

    RispondiElimina
  5. Forse è per questo che dopo 10 anni di gare fatte seguendo pedissequamente le tabelle ho deciso di giocare + a "braccio".

    Per anni ho provato tutto, ho letto molto, copiato i bravissimi e ho messo tutto in un bagaglio di eperienze... ora semplicemete seguo un percorso dove faccio cio' che riesco compatibilmente alle mie voglie, al clima e naturalmente alla famiglia.

    Forse ottengo un pizzico meno di quello che potrei, ma almeno riesco a vivere la corsa con serenità.

    RispondiElimina
  6. @Filippo: ... e devo dire che spezzare il ritmo ti fa riprendere con + entusiasmo!

    @the yogi: GIA'! la prossima volta, dopo una gara, vedrò di fare la maga con turni e allenamenti ma lunedì RIPOSO!!!!

    @Marco: mi fai ben sperare...

    @Gian Carlo: la consapevolezza che hai l'hai conquistata, l'hai fatta tua;
    un pò come per i giovani che non ascoltano i consigli degli adulti: l'esperienza è fatta sul campo, sulla propria pelle e sbattendo per bene la faccia sui propri errori...

    RispondiElimina
  7. Ciao,
    è la prima volta che passo per questo blog. Mi piace, ti seguirò!

    RispondiElimina
  8. @Fabio: Ciao, benvenuto! ti linko anch'io... ;-)

    RispondiElimina